AMICHEVOLI, MAGLIE E RITIRO

Nel secondo test il trionfo dei colori sociali del Parma Calcio, i nostri biancocrociati vestiti, la selezione Trentino con una gialloblù a strisce verticali griffata Erreà…

SEL TRENTINO(gmajo) – Immediatamente dopo la prima amichevole con la formazione del Levico (1-7) Settore Crociato ha benedetto la scelta del club di far sfoggiare subito la nuova maglia bianco crociata, presentata assieme alle altre uniformi al Trentennale del CCPC di Ravadese domenica sera 10 luglio, appena prima della partenza per Levico della mattina successiva. In passato, anche perché per il vernissage negli ultimi tempi si attendeva il mini-ritiro di Salso, durante i primi test il Parma era solito scendere in campo con anonime casacche balneari, che non avevano per nulla a che fare con la gloriosa storia della Società, ormai prossima al Centenario. Anche se come sparring partner ci sono solo degli onesti dilettanti o poco più, è giusto gratificarli anche visivamente parlando (del resto come i tifosi che scelgono di stare vicino alla squadra anche durante la preparazione) con delle mute che possano inequivocabilmente far loro dire: “Ho affrontato il Parma”. Nella seconda amichevole (come testimonia la foto a lato tratta da www.fcparma.com) , poi, c’è stato un vero e proprio trionfo dei colori sociali del Parma, dal momento che i nostri sono scesi in campo bianco crociati vestiti, mentre la Selezione Trentino (0-6) sfoggiava una bella casacca a strisce gialloblù verticali già da qualche tempo inserita nel catalogo Erreà. Continua all’interno

2008 2009 maglie parmaL’effetto visivo per il pubblico, come ben evidenziato nella foto con i calciatori affiancati, era quello di vedere, come se fosse animato, vivo, proprio lo scudo del Parma (bianco-crociato sul lato sinistro, ortodosse strisce verticali gialloblù sulla destra), un po’ come era successo nell’annata della B, quando, sulla terrazza dell’estate al Centro Sportivo di Collecchio, vennero presentate le due divise, la classica, e la presidenziale a bande larghe verticali gialloblù. Davvero bello, l’effetto, e, SAM_9482come già abbiamo avuto modo di scrivere commentando le nuove maglie, stona che manchi, pur nella vasta offerta stagionale (ben quattro maglie, una esagerazione!) appunto una divisa a strisce verticali gialloblù. Nel frattempo, stando a quanto ci ha riferito l’instancabile Michela (moglie di Mirco Lori, magazziniere del Parma, ed ex capo Ultrà), commessa dell’ Emporium in altura  la maglia più gettonata in ritiro è la nera, richiestissima. Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.