OKAKA PROTAGONISTA SUL CAMPO (VIRTUALE)…

Il noto videogame Fifa, versione 2012, ha come testimonial l’attaccante del Parma. E a quanto pare sembra davvero un “controller” campione

(Lorenzo Fava) – Scartabellando qua e là su internet, StadioTardini.com ha scoperto un aspetto forse non a tutti conosciuto del nuovo attaccante del Parma Stefano Okaka Chuka, arrivato durante la finestra di mercato di gennaio: l’ex “bomber” della Roma e del Fulham si è infatti rivelato un abile controller di videogames calcistici tant’è che qualche mese fa, prima del suo approdo nel nostro territorio, era stato scritturato come testimonial del nuovo prodotto della EA Sports, il noto videogioco calcistico FIFA, versione 2012. In uno dei filmati (riprodotto sopra) si nota il portiere della Nazionale e del Paris Saint Germain Salvatore Sirigu che telefona all’amico Okaka per chiedergli la “rivincita alla Play”; la punta del Parma, accusata di aver vinto grazie a un eccesso di fortuna, replica di essere un talento naturale… Così, il sagace Sirigu lo punzecchia: “Infatti, mi sa che sei più forte nel videogioco che nella realtà!”.

Continua la lettura all’interno

E’ risaputo che dietro a ogni simpatica battuta risiede un pizzico di verità: che l’ex guardiano del Palermo abbia rivelato un’amara certezza? Vogliamo comunque credere alle qualità del giovane Okaka, che, forse ancora un po’ acerbo sul campo in erba, sembra essersi rivelato un fenomeno sul rettangolo virtuale.

E’ possibile apprezzare (video sopra) anche un momento in cui Okaka viene sommerso da alcuni tifosi che lo festeggiano al termine di una partita con la console e invadono la sua dimora, mettendola sottosopra; il centravanti, con aria disincantata, si chiede: «E mo’ chi pulisce sto casino?». Nel video, l’attaccante romano sottolinea le accurate modifiche apportate al nuovo Fifa, rispetto alla precedente edizione (e anch’io che sono un cultore di questo tipo di sport posso sottoscrivere), sottolineando la verosimiglianza dei movimenti dei calciatori e le impeccabili chiusure difensive, che non sono propriamente il suo pane quotidiano.

PARMA FC GIOVINCOProtagonista di un episodio di réclame nei giorni scorsi è stato Sebastian Giovinco, ospite lunedì negli studi di Sky Sport alla trasmissione Mondo Gol; il fantasista gialloblù è stato, insieme a Marco Materazzi, Mattia Destro – fresca promessa del Siena -, e Stephan El Sharaawy – mezza punta del Milan -, testimonial del progetto internazionale di scouting di giovani talenti “The Chance”, sviluppato dalla Nike. Supervisore dell’opera il plurititolato, sebbene giovanissimo, trainer del Barcellona Pep Guardiola.

In mezzo a tutto questo “pout pourri” di marketing anche il Parma Fc prova a farsi spazio e a dar risalto ai propri calciatori.

(di Lorenzo Fava, ha collaborato Jonathan Belletti)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.